"TERZO MONDO" - VINYL/DIGITAL (2014)



ALBUM STREAMING


Ltd. Ed. vinyl, 200 copies
---------------------------
(ENG)

TERZO MONDO is the third album from NASTRO

NASTRO are Manuel Cascone and Francesco Petricca

Manuel Cascone and Francesco Petricca have played percussions, kalimba, synthesizers, sequencers, flute and something else.

TERZO MONDO (Third World for the ones unfamiliar with italian) was recorded in roughly five months, after researches and several attempts to give a follow up to 300mq (UDR08 - 2012), a mix of fractions of sound recorded, chopped, chewed, sampled and put in fermentation.

The solution in the end went for the abandoning of the multitrack recordings for a sound that is dry, dehydrated, just MONO, ten live sessions captured on an ideal support coherent with the title of the album they have delivered.

What comes out is border music; sitting comfortably by the window of our browser we can see banana pickers crowding the streets of the Pontine Marshes riding their bicycles, voodoo sessions at the sound of a modular synthesizer, and at the same time caress the ears with the squelching frequencies of the iPhone speaker, cos this is our third eye-ear.

Imagine if "Faust Tapes" era Faust were a duo produced by James Ferraro to get an idea of what it might sound like.

Mastered by Andrea Merlini

LP Vinyl / 200 copies with immediate download at purchase

File under:
VOODOO ELECTRONICS

------------------------------
(ITA)

TERZO MONDO è il terzo disco dei NASTRO

I NASTRO sono Manuel Cascone e Francesco Petricca

Manuel Cascone e Francesco Petricca hanno suonato percussioni, calimba, sintetizzatori, sequencer, flauti e dell'altro.

TERZO MONDO è stato registrato in circa cinque mesi, dopo una lunga serie di ricerche e tentativi per dare un seguito a 300mq (UDR08 - 2012), un frullato di frazioni sonore registrate, masticate, campionate e messe a lievitare.

La soluzione definitiva è stata optare per l'abbandono delle registrazione in multi-traccia e passare ad un suono asciutto, meglio dire disidratato, semplicemente MONO, sessioni catturate in presa diretta su un supporto coerente con il titolo dell'album che stava prendendo forma.

Spuntano così delle musiche di confine; comodamente seduti alla finestra del nostro browser scorgiamo raccoglitori di banane affollare le strade dell'Agro Pontino in sella ai loro cicli, sedute di woodoo al ritmo di un sintetizzatore modulare, e al contempo massaggiamo l'udito con le frequenze urticanti dello speaker dell' iPhone, perche è questo il nostro terzo occhio-orecchio.
Come se i Faust dell'era "Faust Tapes" entrassero in studio prodotti da James Ferraro, giusto per farsi un idea.

Masterizzato da Andrea Merlini

Vinile / 200 copie include download dell'album

File under:
WOODOO ELECTRONICS

credits

released 25 March 2014
NASTRO on Facebook:
www.facebook.com/NASTROband?ref=hl
 

tags

UPSIDE DOWN RECORDINGS
UPSIDE DOWN RECORDINGS

PRESS

NOISEY

NASTRO – Terzo Mondo (Upside Down Recordings)


Ma la world music indisciplinata ce l’abbiamo anche noi: i Nastro sono alla loro seconda prova in duo, superato il primo periodo in cui erano troppo new wave per fare breccia, oramai sono maturi per il botto. Roba registrata col cellulare, ma in maniera che manco agli Electric Ladyland. Ritmi spezzati di un Africa da stazione Termini, synth impazziti tipo Residents de Decima, musica di pregio trovata nella spazzatura e venduta al mercato zingaro. Uno dei migliori–e ahimè non spinti a dovere–gruppi italiani degli ultimi anni.


Demented Burrocacao


http://noisey.vice.com/it/blog/cose-preferite-2014-redazione-noisey


ROCKERILLA n°405 | MAGGIO 2014


Blow Up #192 - Maggio 2014

WORLDTRONICA

Nastro Terzo Mondo . Lp Upside Down Recordings . 10t


Instintivo, selvaggio, brutale e "bruitista", questo nuovo album dei Nastro ricolloca l'elettronica analogica in uno scenario voodoo metropolitano, fra riti sciamanici e danze pagane. Registrato in presa diretta con un unico microfono ambientale senza sovraincisioni né missaggio, "Terzo Mondo" è un viaggio visionario tra frammenti di suono grezzo e informale, nastri preregistrati, estemporanee field recordings, fonemi in libertà, percussioni dal fascino etnico, synth e sequencer: in poche parole la versione più distorta e fuori centro che possiate immaginare della world music. L'elemento ritmico è quasi sempre il perno attorno al quale ruota tutta la costellazione dei rumorismi assortiti, accentuato dall'ipnotica reiteratività delle tastiere, utilizzate come se fossero mbira, kalimba o un qualsiasi altro strumento africano. L'effetto è paradossale e inebriante, un po' come se i DAF avessero scelto di farsi produrre al Cold Storage dai This Heat, magari assieme a qualche musicista di strada. In una ex cella frigorifera di Brixton all'inizio degli anni ottanta, mentre sul monitor scorrono le sequenze dei cannibal movies di Deodato.

Massimiliano Busti


Terzo mondo (third world, in italian), third record for the two-piece Nastro, Francesco Petricca and Manuel Cascone from Rome, a limited edition of 200 pieces, going minimal and minimal, like a bigfoot on tip toe, lights off, in a crystal castle: perception gains the status of percussion, a percussive, tribal practice of electronic / analogue sound manipulation, where in the same calderon you get live drums, flutes, synthetizers, bass, broken bottles, a miscellany of satured auditive harshness (Gez), singing birds synaesthetic (Mod), all (almost) fully instrumental. On the way of spastic and selfless frenzy of avant-garde. A jungle of fierce diversity, on the verge of psychedelic (or audio psychotropic drug with the intro of Blu). A missing page on UbuWeb.

Their official video for Ast well visually gives a concrete imagery to their sound and crazy brainchild of disharmony, on mono e lo-fi voodoo-ness.
I think you can play this vinyl on 33 as well 45 rpm. Their best record so far, if you allow me.